SCUOLA PRIMARIA

L’azione educativo-didattica, che possiamo chiamare “l’arte dell’insegnare e dell’apprendere”, non si propone solo di mediare i processi di acquisizione dell’alunno con le varie discipline, ma anche di sviluppare abilità di carattere applicativo, ossia coniugare il sapere al saper fare e verificare la capacità di intervenire nella realtà dell’essere e vivere insieme agli altri.

Dunque il primo obiettivo del docente è di scegliere contenuti essenziali, favorire l’apprendimento di un metodo di studio e di un modo di lavorare con una intelligenza "duttile”, che porti il bambino dalle "conoscenze" alle "competenze".

 

Area linguistico-artistico-espressiva

"L'apprendimento delle lingue e dei linguaggi non verbali si realizza con il concorso di più discipline: lingua italiana; lingue comunitarie; musica; arte - immagine; corpo - movimento - sport. Tutte queste discipline, pur mantenendo un ambito di apprendimento proprio, concorrono a definire un'area sovradisciplinare, in cui esse ritrovano una comune matrice antropologica, nell'esigenza comunicativa dell'uomo e nell'esplicazione di facoltà uniche e peculiari del pensiero umano."

Si propone, quindi, un percorso di apprendimento, in continuità con la scuola dell’infanzia, finalizzato all’educazione dell’uso della lingua orale e scritta, cioè “ascoltare, parlare, leggere e scrivere” e allo sviluppo della capacità di analisi dei fenomeni linguistici e testuali anche attraverso l’insegnamento della lingua straniera (inglese e spagnolo), in raccordo con i vari ambiti disciplinari, in special modo con le educazioni al suono e alla musica, all’immagine e motoria. Inoltre l'introduzione, a partire dal corrente anno scolastico, di un laboratorio di bilinguismo interdisciplinare (storia e scienze) andrà ad ampliare l'offerta formativa della scuola.

Area storico-geografica

"L'area storico storico-geografica è composta dalle scienze che si occupano dello studio delle società umane, nello spazio e nel tempo:la storia e la geografia, strettamente collegate tra loro e in continuità con la scuola secondaria. Al loro interno, si articolano i temi relativi agli studi sociali, il cui scopo è quello di consentire la costruzione di percorsi finalizzati allo sviluppo delle competenze relative alla cittadinanza attiva, come la comprensione del significato delle regole per la convivenza civile e della necessità di rispettarle".

Il percorso di apprendimento è coinvolgente per l'alunno, poiché lo spinge ad interrogarsi su questioni inerenti l'attualità e su conoscenze significative; tiene conto, inoltre, del sapere e delle esperienze degli alunni come punto di partenza e di arrivo dei processi di apprendimento.

Area matematico-scientifico-tecnologica.

"L'area matematico-scientifico-tecnologica comprende argomenti di matematica, di scienze dell'uomo e della natura, di tecnologia informatica. Si tratta di discipline che propongono modi di pensare, artefatti, esperienze, linguaggi, modi di agire che oggi incidono profondamente su tutte le dimensioni della vita quotidiana, individuale e collettiva".

Le tre discipline, matematica, scienze e tecnologia-informatica, dal punto di vista didattico, sono strettamente collegate e interagenti tra loro, ma anche con le altre aree culturali, e quindi i percorsi che vengono proposti integrati con attività laboratoriali, sono in continuità tra la scuola dell'infanzia e la primaria.

Inoltre a partire dal corrente anno scolastico, la scuola è sede accreditata EIPASS, e nelle classi quarta e quinta l'offerta formativa prevede un progetto di alfabetizzazione informatica per ragazzi, i quali al termine del percorso scolastico, potranno conseguire la certificazione delle competenze digitali (EIPASS JUNIOR).

sr p monastero 17maggio1961411